Risarcimento danni del 28 Agosto: domande entro Lunedì

Risarcimento danni del 28 Agosto

Dopo il nubifragio che ha colpito il Comune di Verona il 22-23 Agosto 2020, proseguono le richieste di risarcimento danni maltempo. I cittadini del Comune di Verona hanno tempo fino a Lunedì 12 Ottobre 2020 per compilare e trasmettere la documentazione per la richiesta di risarcimento danni al comune di Verona.

Come chiedere il risarcimento danni a Verona

Prendeva il via Giovedì 27 Agosto la raccolta dei moduli per la richiesta della ricognizione regionale dei danni subiti dai cittadini dopo il nubifragio di Domenica 23 Agosto. La Regione Veneto aveva infatti decretato lo stato di emergenza, pubblicando sul proprio portale la modulistica e le istruzioni per la compilazione delle richieste di risarcimento danni. Ecco come chiedere il risarcimento danni e quali moduli compilare:

Risarcimento danni causati al patrimonio privato

Per richiedere la ricognizione regionale riguardante danni causati da maltempo a patrimonio privato, il modulo da compilare è la Scheda B 

Risarcimento danni causati ad attività economiche e produttive

Per richiedere la ricognizione regionale riguardante danni causati da maltempo a patrimonio privato, il modulo da compilare è la Scheda C 

Dove spedire la modulistica

Le schede, complete di una copia del documento di identità, eventuali allegati e fotografie devono essere compilate e trasmesse al Comune di Verona attraverso una delle modalità seguenti:

AGGIORNAMENTO DEL 12/01/2021:

Domande di risarcimento danni per il nubifragio del 23 agosto scorso – in totale 15 milioni – tutte da rifare.

Il governo cambia i moduli e chiede informazioni più dettagliate. Si tratta di una modulistica parzialmente diversa da quella raccolta nelle settimane subito successive alla calamità naturale che ha colpito Verona e il suo territorio, con danni stimati che superano i 15 milioni di euro.

In questa seconda fase si chiedono informazioni più dettagliate rispetto ai danni subiti, compresa l’eventuale richiesta di risarcimento dei beni mobili registrati, ovvero tutte le auto, le moto e i mezzi di trasporto privati che il maltempo ha così danneggiato da rendere inutilizzabili.

Sala Lucchi torna quindi nuovamente ad essere quartier generale per il servizio di raccolta delle domande e per dare supporto ai cittadini nella compilazione dei moduli.
Il servizio è completamente gratuito, con postazioni ben distanziate in rispetto delle misure anti Covid, e verrà svolto dai funzionari del Comune e della Protezione civile con l’ausilio dei geometri dell’Ordine veronese che saranno a disposizioni di quesiti specifici.

Ma c’è la svolta: i danni alle automobili ed ai veicoli privati distrutti,  contrariamente a quanto previsto all’inizio, non verranno rimborsati. Il Sindaco Federico Sboarina attacca: «È inaccettabile. Mi aveva persino chiamato il presidente del Consiglio Conte per dare solidarietà e assicurare che tutti i danni sarebbero stati risarciti. Sono pronto a qualsiasi azione per aiutare i cittadini colpiti e chiederemo di rimborsare comunque tutto».

È quanto dice Sboarina con l’assessore alla Protezione civile Marco Padovani e il comandante della Polizia Locale, nonché responsabile della Protezione civile di Verona, Luigi Altamura.

Ora c’è tempo fino al 22 gennaio per presentare la nuova documentazione, richiesta dal Dipartimento nazionale della Protezione civile, per il risarcimento dei danni causati dal nubifragio, reperibili al seguente link:

https://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=71566

 

Come chiedere il risarcimento danni da maltempo causati a strutture private

Per richiedere la ricognizione regionale ai fini del risarcimento dei danni causati da maltempo a strutture private, il cittadino deve compilare la Scheda B e trasmetterla ai recapiti seguenti:

Come chiedere il risarcimento danni da maltempo causati a strutture economiche e produttive

Per richiedere la ricognizione regionale ai fini del risarcimento dei danni causati da maltempo a strutture private, il cittadino deve compilare la Scheda C e trasmetterla ai recapiti seguenti:

Risarcimento Danni

Un consulente ti ricontatterà senza impegno!

    Condividi

    Parla ai tuoi amici di Risarcimenti24.it

    © 2020-2021 Risarcimenti24 – P.IVA 01479250290 – Privacy Policy