Risarcimento da caduta al supermercato: come funziona?

risarcimento caduta pavimento bagnato

Il risarcimento da caduta al supermercato è possibile? In quali casi può essere risarcito?

Con questo articolo risponderemo alle numerose richieste che ci arrivano dalle vittime di caduta all’interno di un negozio, vittime che ci chiedono:

Di chi è la responsabilità per la caduta all’interno di un supermercato?

Cosa dice la giurisprudenza in merito al risarcimento dei danni causati dalla caduta all’interno di un supermercato?

E, forse, ecco la domanda più importante di tutte:

“E il risarcimento da caduta al supermercato in quali circostanze si può ottenere e in che modo?”

risarcimento caduta pavimento bagnato
Cartello di avviso “pavimento bagnato”

Partiamo dal presupposto che l’articolo 2051 del Codice Civile statuisce che:

Ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito.

Art. 2051 Codice Civile – Danno cagionato da cosa in custodia

Ciò significa che se un cliente subisce un infortunio più o meno grave all’interno di un negozio, può avanzare una richiesta di risarcimento nei confronti del proprietario dell’esercizio commerciale o del suo custode.

Per quali danni è possibile ottenere un risarcimento?

La possibilità di cadere all’interno di un supermercato è all’ordine del giorno.

Può succedere, ad esempio, di inciampare su un pavimento in cui è caduto dell’olio, di cadere a causa di una confezione di detersivo che perde liquido oppure, molto più frequentemente, di scivolare su un pavimento bagnato e non opportunamente segnalato.

Proprio la caduta sul pavimento bagnato di un supermercato, assieme alla caduta nel parcheggio del supermercato medesimo rappresentano due dei sinistri più diffusi.

In questi casi, il cliente può incombere in un infortunio e ha il pieno diritto di richiedere un risarcimento dei danni subiti.

Quali condizioni sono necessarie per richiedere un risarcimento?

Per ottenere un risarcimento a seguito di una caduta in un supermercato è necessario:

  • Segnalare immediatamente l’accaduto al direttore del negozio;
  • Dare prova di aver subito un danno cagionato dall’incuria del responsabile;
  • Dimostrare un nesso causale tra il comportamento scorretto che ha cagionato l’incidente al supermercato e le lesioni fisiche subite;
  • Il responsabile del supermercato, invece, per non essere costretto a risarcire il cliente, deve fornire una prova che dimostri il caso fortuito, ossia un evento inevitabile ed imprevedibile indipendentemente dalla volontà e dall’attenzione del gestore.

Cosa fare per dimostrare di aver subito dei danni?

Nel caso di infortunio all’interno di un supermercato è fondamentale:

  • Fotografa la causa che ha procurato il danno, a prescindere dalla presenza o meno delle telecamere;
  • Trova dei testimoni in grado di riportare quanto accaduto;
  • Chiedi un recapito telefonico dei testimoni;
  • Chiama immediatamente un consulente specializzato in Infortunistica, come ad esempio Risarcimenti24;
  • Recati al Pronto Soccorso ed accerta i danni che hai subìto (entro 48 ore!);
  • Prima di farti dimettere dall’ospedale, fatti consegnare il referto che testimonia l’entità del danno e la tipologia di lesioni fisiche che hai subito (Referto di Pronto Soccorso);
  • Se necessario, non esitare a contattare la Polizia Municipale, poiché può fornire ulteriore prova dell’incidente verificatosi.

Ti ricordiamo che in caso di incidenti, puoi contattare immediatamente un esperto Risarcimenti24 che, in tempo reale, ti potrà assistere passo dopo passo nelle operazioni da fare. Ti aiuterà a non dimenticare nulla e lo farà gratuitamente!

Se, invece, vuoi dare uno sguardo ad altre applicazioni dell’Art. 2051 del Codice Civile, leggi il nostro articolo Animale investito in autostrada: chi risarcisce il danno?

Risarcimento Danni

Un consulente ti ricontatterà senza impegno!

    Condividi

    Parla ai tuoi amici di Risarcimenti24.it

    Ⓒ 2019-2020 Risarcimenti24 | P.IVA: 01479250290 | Privacy Policy