RC Auto: cambiano le regole sul periodo di tolleranza

RC Auto come cambiano le regole

Cambiano nuovamente le regole sul periodo di tolleranza della nostra RC Auto

Durante il periodo più drammatico dell’emergenza coronavirus, il Governo con il Decreto Cura Italia ha adottato misure straordinarie che hanno coinvolto anche l’universo delle RC Auto. Oggi, cambiano nuovamente le regole del gioco: ecco tutti i dettagli.

Il “Periodo di tolleranza”

L’articolo 170-bis del Codice delle Assicurazioni Private prevede che per i contratti di assicurazione auto obbligatoria, che abbiano una durata annuale, la scadenza del contratto non preveda un tacito rinnovo. Lo stesso articolo prevede in ogni caso che la compagnia assicuratrice sia obbligata ad avvisare il cliente almeno 30 giorni prima della sua scadenza, estendendo la copertura assicurativa per un periodo di 15 giorni dalla sua scadenza (il cosiddetto “periodo di tolleranza”) indipendentemente dalle intenzioni del cliente al termine del contratto.

Il decreto Cura Italia

Con il Decreto Cura Italia, il Governo aveva infatti prolungato di 15 giorni il periodo di tolleranza, quel periodo che garantisce una copertura assicurativa anche successivamente alla scadenza della polizza. Normalmente, il periodo di tolleranza è pari a 15 giorni dalla scadenza, che è stato ampliato ad un totale di 30 giorni nel periodo del Lockdown.

Le scadenze da tenere a mente

In sintesi, l’estensione temporanea del periodo di tolleranza previsto dal Decreto Cura Italia è terminata, riportandolo a 15 giorni dalla data di scadenza della polizza. Ecco, quindi, un comodo promemoria delle scadenze 2020:

Scadenza assicurazioneTermine del rinnovo
Assicurazione in scadenza il 01/07/2020Rinnovo entro il 31/07/2020
Assicurazione in scadenza 15/07/2020Rinnovo entro il 14/08/2020
Assicurazione in scadenza il 31/07/2020Rinnovo entro il 30/08/2020
Assicurazione in scadenza il 01/08/2020Rinnovo entro il 15/08/2020
Promemoria delle scadenze pre e post validità Decreto Cura Italia – RC Auto

Termine per la denuncia dei sinistri

Il Decreto Cura Italia, però, non si è solamente limitato ad estendere il periodo di tolleranza. Si è infatti pronunciato anche riguardo la composizione dei sinistri, ovvero il periodo massimo entro cui l’impresa di assicurazione – nei sinistri con danni a cose e/o persone – deve proporre al danneggiato un’offerta di risarcimento danni o comunicare i motivi del diniego.

Il termine standard per i danni alle cose è di 6o giorni dalla richiesta di risarcimento e di 30 giorni nel caso di modulo CAI sottoscritto da entrambi i conducenti. Nei casi, invece, di danni alle persone il periodo è pari a 90 giorni.

Con il Decreto Cura Italia, valido fino al 1° Agosto 2020, erano state prorogate tutte le scadenze di ulteriori 60 giorni.

Anche in questo caso con la data del 1° agosto si è tornati alla normalità: si torna ai termini ordinari di 60 o 90 giorni per la richiesta di risarcimento danni e di 30 giorni – per i soli danni alle cose – nel caso in cui sia stato sottoscritto il modulo CAI da tutti i conducenti coinvolti nel sinistro.

Risarcimento Danni

Un consulente ti ricontatterà senza impegno!

    Condividi

    Parla ai tuoi amici di Risarcimenti24.it

    Ⓒ 2019-2020 Risarcimenti24 | P.IVA: 01479250290 | Privacy Policy