L’imprevedibilità dei fenomeni atmosferici è ormai una costante che regola le nostre stagioni, che diventano via via più irrequiete caratterizzando vere e proprie alluvioni, inondazioni, intasamenti e così via. Ma abbiamo una buona notizia per te: i danni da maltempo possono essere risarciti.

Se un cittadino ha subito gravi danni materiali, fisici o economici a causa del maltempo, cosa deve fare per essere risarcito?

Il codice civile in merito al risarcimento dei danni da maltempo

Citando il codice civile, nello specifico l’Art. 2051 si evidenzia che “ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito”. Analizziamo separatamente i due periodi:

“Ciascuno è responsabile del danno causato dalle cose che ha in custodia

Ciò vuol dire che, in tutti i casi, le amministrazioni comunali sono tenute a salvaguardare:

  • Aerodromi;
  • Acquedotti;
  • Immobili di valore storico, archeologico o artistico;
  • Lidi marittimi;
  • Spiagge;
  • Porti;
  • Fiumi e torrenti;
  • Laghi e tutte le acque definite “pubbliche”

Se si è in grado di stabilire, quindi, che il danno è stato causato da una mancata ottemperanza da parte delle amministrazioni comunali, circa la salvaguardia di ciò che è di loro competenza, i danni da maltempo possono essere risarciti.

“Salvo che provi il caso fortuito”

Il caso fortuito è l’avvenimento imprevedibile ed eccezionale che si inserisce d’improvviso nell’azione del soggetto. Ciò vuol dire che, nel caso si riesca a stabilire che l’evento causa del danno sia stato inevitabile a causa della sua imprevedibilità (calamità naturali), i danneggiati non avranno diritto al risarcimento.

Come si chiede il risarcimento dei danni causati da maltempo?

Spetta al danneggiato, in quanto richiedente del rimborso, dimostrare che la responsabilità del danno ricade direttamente sull’Ente pubblico. In tal caso, dovrà raccogliere tutta la documentazione necessaria a dimostrare, con prove certe, quali sono le proprie ragioni e motivazioni della richiesta di rimborso dei danni subiti.

I danni da maltempo possono essere risarciti se il danneggiato è stato in grado di produrre la seguente documentazione:

  • Fotografie o riprese video raffiguranti il danno subito. Maggiori saranno i dettagli visibili, migliore sarà la capacità di comprendere il danno.
  • Perizia dei danni, preventivi e ricevute di pagamento che quantifichino l’ammontare totale dei danni patiti e/o della loro riparazione;

Vuoi evitare di anticipare tutte le spese di tasca tua? Risarcimenti24 è il primo portale italiano che ti assiste nella tua richiesta di risarcimento anticipando gratuitamente tutte le spese necessarie alla riparazione del tuo veicolo. Scopri come funziona Risarcimenti24.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito Web e non possono essere disattivati nei nostri sistemi.

Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookie tecnici necessari: %s.
  • wordpress_test_cookie
  • wordpress_logged_in_
  • wordpress_sec

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi